Numero Verde Europeo

Senza ammortizzatori sociali duemila lavoratori in bilico

“«Di fatto è solo una questione contabile» spiega Maggia «chi ha aperto alla fine di febbraio ha già esaurito lo strumento, chi invece, come me, ha aperto un paio di settimane più tardi lo esaurirà entro la fine del mese. Ovvio che in una situazione come questa non si può sperare di riprendersi senza un solido aiuto da parte dello Stato. Abbiamo bisogno del rifinanziamento dell’ammortizzatore sociale fino a dicembre, così da garantire agli imprenditori di fare un po’ di programmazione, ma pure di una nuova flessibilità contrattuale per poter lavorare su quella domanda evanescente e ridotta con cui dobbiamo confrontarci. Fino ad ora il Governo invece sembra volere agire al contrario: tenere il punto sul Decreto Dignità e non rifinanziare il Fis Covid a circa un mese dalla fine del blocco dei licenziamenti (previsto per il 17 agosto) rischia di portare al licenziamento 2000 dei 3000 dipendenti del settore».”

Questo è l’articolo apparso su “La Nuova Venezia“, su “Il Mattino di Padova” e su “Corriere delle Alpi” e da “qui“.

Richiedi informazioni